Dipendenti Felici

Lavori in una organizzazione e vuoi più serenità, maggiori soddisfazioni o migliore rendimento?

Da tempo le principali teorie sull'organizzazione del lavoro puntano su coinvolgimento e partecipazione attiva di tutti i lavoratori, su climi aziendali sereni e costruttivi, sulla necessità di migliorare prodotti, servizi e processi a vantaggio di tutti i partecipanti alla vita dell'azienda (non solo di clienti e azionisti).

Se queste condizioni fossero realizzate otterremmo lavoratori più felici, perché meglio integrati nell'organizzazione, più coinvolti e orgogliosi dei risultati; così come migliorerebbero i risultati aziendali e la sicurezza dei posti di lavoro. 

In realtà c'è ancora molto da fare in questo senso.

Capita di vedere dipendenti non sfruttare appieno le proprie capacità e di pari passo non sentirsi sufficientemente realizzati e non fornire all'organizzazione il meglio che potrebbero dare.

Le ragioni possono dipendere sia dalle singole persone che dall'organizzazione. Per esempio dagli equilibri tra le funzioni aziendali o tra l'interesse per il successo personale e quello aziendale; da come le persone sono gestite, formate e sviluppate; da come sanno interpretare e comunicare obiettivi, bisogni e emozioni; dal grado di conoscenza e utilizzo delle proprie risorse,...

Tutti temi sui quali il coaching è stato usato con successo, a patto che i soggetti coinvolti (organizzazioni e singole persone) desiderino impegnarsi nell'ambito della propria sfera d'azione.

In sintesi, se realizzare condizioni di lavoro ideali è un obiettivo ancora piuttosto lontano, significa che possiamo ottenere grandi miglioramenti lavorando su "come stiamo" e "come rendiamo" nelle organizzazioni, per andare verso "come potremmo stare" e "come potremmo rendere".
In quest'ottica, l'interesse dei singoli lavoratori coincide con quello delle organizzazioni.

Contattami se sei interessato a lavorare su questi temi.

Serenità.

Quando dei sereno/a?

Quanto riesci a comprendere capi e colleghi e a essere compreso/a a tua volta?

Sei soddisfatto/a della tua collaborazione con capi e colleghi? Senti di potere contare su di loro?

Ritieni che compiti, obiettivi e responsabilità siano raggiungibili con successo con le risorse disponibili (tue e dell’organizzazione)?

Realizzazione.

Cosa ti rende realizzato/a?

Portare avanti i tuoi valori, i tuoi progetti e le tue idee?

Esprimere le tue qualità migliori?

Meritare riconoscimenti e essere capace in ciò che vuoi realizzare?
  

Strumenti.

Ritieni di conoscere e usare efficacemente le tue qualità principali?

Che cosa ti motiva veramente?

Sai Definire obiettivi in modo da raggiungerli?

Sai riconoscere le tue emozioni e usarle per il bene tuo e degli altri?

Quanto è importante per te fare al meglio tutto ciò che è in tuo potere?